Sabato 8 e domenica 9 ottobre porte aperte al Deposito Locomotive di Torino Smistamento
Scritto da E656 Caimano il Ottobre 01 2011 11:50:07
Sabato 8 e domenica 9 ottobre gli appassionati di treni potranno rivivere a Torino le atmosfere ferroviarie di un tempo. L’occasione sarą fornita dall’apertura del Deposito Locomotive e delle Officine delle Ferrovie Italiane, un’iniziativa che offrirą ai visitatori la possibilitą di ammirare, in coincidenza con il 150° anniversario dell’Unitą Nazionale, i mezzi d’epoca e di nuova generazione che hanno fatto la storia d’Italia.

Saranno infatti esposte automotrici e locomotive FS di ieri e di oggi, da quelle a vapore 640 e 743, all’E626 ed E428, fino alle moderne locomotive del Trasporto Regionale.

Orari di visita: sabato, dalle 14 alle 18, e domenica dalle 10 alle 18. Entrata da Via Chisola, 28 (Zona Piazza Carducci, fermata METRO “Carducci”). L'accesso all’Impianto sarą subordinato alla firma di dichiarazione liberatoria preventiva.

Consulta la Locandina
Fronte liberatoria per singoli
Fronte liberatoria per gruppi
Retro liberatoria

Fonte: FS News

News Estesa
Sabato 8 e domenica 9 ottobre gli appassionati di treni potranno rivivere a Torino le atmosfere ferroviarie di un tempo. L’occasione sarą fornita dall’apertura del Deposito Locomotive e delle Officine delle Ferrovie Italiane, un’iniziativa che offrirą ai visitatori la possibilitą di ammirare, in coincidenza con il 150° anniversario dell’Unitą Nazionale, i mezzi d’epoca e di nuova generazione che hanno fatto la storia d’Italia.

Saranno infatti esposte automotrici e locomotive FS di ieri e di oggi, da quelle a vapore 640 e 743, all’E626 ed E428, fino alle moderne locomotive del Trasporto Regionale.

Orari di visita: sabato, dalle 14 alle 18, e domenica dalle 10 alle 18. Entrata da Via Chisola, 28 (Zona Piazza Carducci, fermata METRO “Carducci”). L'accesso all’Impianto sarą subordinato alla firma di dichiarazione liberatoria preventiva.

Consulta la Locandina
Fronte liberatoria per singoli
Fronte liberatoria per gruppi
Retro liberatoria

Fonte: FS News