Prevista a giugno 2011 l'inaugurazione della nuova Roma Tiburtina AV
Scritto da E656 Caimano il Luglio 25 2010 10:35:00
A regime servirà tra i 50 e i 70mila passeggeri al giorno, il triplo degli attuali. Il terminal avrà a disposizione un parcheggio con 440 posti auto e 10mila metri quadri destinati ad esercizi commerciali. Lavori e costi per la realizzazione dell’importante opera rientreranno nei tempi e nei costi previsti.

“Per il prossimo anno, intorno a maggio-giugno 2011, la stazione Tiburtina sarà finita e tutto sarà pronto per la nuova organizzazione e l'inaugurazione. Tutti i lavori rientreranno entro i tempi e i costi previsti". Lo ha affermato il direttore della programmazione e investimenti Lazio di RFI, Marco Rittinghieri, che questa mattina ha compiuto un sopralluogo al cantiere della futura stazione Tiburtina e della sua copertura della "galleria ponte".

Un cantiere nel quale sono impegnate circa 170 maestranze per portare a termine quella che sarà la principale stazione della Capitale con il transito dei treni ad alta velocità e che a regime dovrebbe servire tra i 50 e i 70mila passeggeri al giorno, il triplo degli attuali. Segue...

Fonte: http://www.fsnews.it/
News Estesa
A regime servirà tra i 50 e i 70mila passeggeri al giorno, il triplo degli attuali. Il terminal avrà a disposizione un parcheggio con 440 posti auto e 10mila metri quadri destinati ad esercizi commerciali. Lavori e costi per la realizzazione dell’importante opera rientreranno nei tempi e nei costi previsti.

“Per il prossimo anno, intorno a maggio-giugno 2011, la stazione Tiburtina sarà finita e tutto sarà pronto per la nuova organizzazione e l'inaugurazione. Tutti i lavori rientreranno entro i tempi e i costi previsti". Lo ha affermato il direttore della programmazione e investimenti Lazio di RFI, Marco Rittinghieri, che questa mattina ha compiuto un sopralluogo al cantiere della futura stazione Tiburtina e della sua copertura della "galleria ponte".

Un cantiere nel quale sono impegnate circa 170 maestranze per portare a termine quella che sarà la principale stazione della Capitale con il transito dei treni ad alta velocità e che a regime dovrebbe servire tra i 50 e i 70mila passeggeri al giorno, il triplo degli attuali.

Ancora un anno quindi per portare a termine il ponte lungo 330 metri e alto 26,9 che collegherà il lato di Pietralata con quello della Nomentana, sotto i binari, al centro quelli per l'alta velocità e scorrendo sui lati quelli interregionali e regionali. E ancora un parcheggio con 440 posti auto e 10mila metri quadri destinati ad esercizi commerciali.

"Il lato Pietralata è completato all'80% - ha affermato Rittinghieri - mentre quello della Nomentana per il 35%. I lavori del ponte sono cominciati a febbraio del 2008 e costeranno 322,5 milioni di euro". Il ponte permetterà anche di collegare pedonalmente i due quartieri divisi ora dai binari e dalla tangenziale e "sarà una struttura leggera, ecocompatibile - spiega Rittinghieri - con i vetri che regoleranno i raggi solari per la temperatura interna del ponte". Particolare attenzione sarà rivolta all'accesso alla nuova stazione attraverso le strade di immissioni, in special modo dal lato Pietralata, le quali consentiranno, afferma Rittinghieri "il cosidetto "kiss and ride", si arriva con l'auto si scarica il passeggero, si saluta e si ritorna nelle strade urbane senza creare ingorghi".

Fonte: http://www.fsnews.it/