Inchiesta di Napoli, da Trenitalia immediata collaborazione con la Procura
Scritto da E656 Caimano il Luglio 06 2010 14:21:36
La società di trasporto del Gruppo FS si costituirà parte civile. Il Gruppo FS precisa che le persone per cui sono stati adottati ordini di custodia cautelare sono due ex dirigenti. I controlli condotti nel 2006 dalle strutture di Audit di Trenitalia avevano rilevato gravi irregolarità. Fornite alla Procura di Napoli e agli organi di Polizia Giudiziaria tutte le informazioni per il completo e celere accertamento delle responsabilità. Segue...

Fonte: http://www.fsnews.it/

News Estesa
La società di trasporto del Gruppo FS si costituirà parte civile. Il Gruppo FS precisa che le persone per cui sono stati adottati ordini di custodia cautelare sono due ex dirigenti. I controlli condotti nel 2006 dalle strutture di Audit di Trenitalia avevano rilevato gravi irregolarità. Fornite alla Procura di Napoli e agli organi di Polizia Giudiziaria tutte le informazioni per il completo e celere accertamento delle responsabilità.

Roma, 6 luglio 2010

In relazione alle notizie diffuse sull’inchiesta della Procura della Repubblica di Napoli circa irregolarità nell’affidamento di alcuni appalti, Ferrovie dello Stato precisa che le persone di Trenitalia per cui sono stati adottati ordini di custodia cautelare sono due ex dirigenti della società. A tale proposito, si rende noto che i controlli condotti nel 2006 dalle strutture di Audit di Trenitalia avevano rilevato gravi irregolarità nell’operato dell’ing. Raffaele Arena, irregolarità confermate dalla successiva inchiesta amministrativa. Il 27 febbraio 2007 Trenitalia ha provveduto al licenziamento dell’ing. Arena.

Analoga situazione si è successivamente verificata per l’ing. Fiorenzo Carassai nei cui confronti, a seguito di altra inchiesta disciplinare, il 30 dicembre 2009 è stato risolto il rapporto di lavoro. Così come dato atto, Trenitalia fin dall’inizio ha fornito alla Procura di Napoli e agli organi di Polizia Giudiziaria tutte le informazioni a propria disposizione per il completo e celere accertamento delle responsabilità, e si è attenuta scrupolosamente alle indicazioni della Procura circa i comportamenti da tenere nei confronti delle persone e delle imprese coinvolte agli effetti dei rapporti contrattuali e dei relativi pagamenti.

Trenitalia continua a seguire lo sviluppo dell’inchiesta e adotterà di volta in volta ogni provvedimento del caso in relazione alle evidenze che dovessero emergere anche nei confronti di altri dipendenti e/o delle imprese. Trenitalia, che da questa attività è stata pesantemente danneggiata, si costituirà parte civile in qualità di persona offesa per tutelare tutti i propri interessi anche al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti.

Fonte: http://www.fsnews.it/