Non sei registrato? Registrati subito cliccando QUI! E utilizza tutte le funzionalita' del sito!

TrainSimSicilia.net Forum

Il Forum di TrainSimSicilia dedicato alle Ferrovie reali e simulate.....

Oggi è 08/12/2019, 18:28


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Home Page Fotogallery Fotogallery Canale YouTube Canale YouTube Download Facebook



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 01/08/2009, 10:49 
Avatar utente
Webmaster
Non connesso Webmaster

Iscritto il: 27/07/2008, 11:12
Messaggi: 11105
Località: Palermo
Il Sistema di controllo della marcia del treno (conosciuto tra gli addetti ai lavori con l'acronimo SCMT) è atto a mantenere sotto vigilanza elettronica il comportamento del personale di macchina (PdM) in base all'aspetto dei segnali ferroviari, la velocità massima consentita sul tratto di linea che si percorre e la velocità massima del treno stesso o materiale rotabile. Nel momento che il PdM porti il treno in una condizione non sicura, l'SCMT protegge la marcia del treno prima segnalando al PdM la condizione di pericolo e se perdura azionando automaticamente la frenatura di emergenza fino ad arrivare a treno fermo.

Il sistema è suddivisibile in SST (Sottosistema di Terra) e SSB (Sottosistema di Bordo). Esiste anche un Sottosistema Diagnostico di Terra ed un Sottosistema Diagnostico di Bordo.

Descrizione dei sottosistemi

Il sottosistema di terra è composto, nella sua unità minimale da un apparato encoder, generalmente posto in stazione, che genera un telegramma contenente una serie di informazioni secondo un protocollo prestabilito, in base alle condizioni che l'apparato di sicurezza concede. Questo telegramma viene trasferito ad una BOA (o BALISE), o TRANSPONDER, posta su una traversa del binario, che ha la funzione di trasmetterlo al SSB. L'insieme di 2 o più Boe installate sulla linea che trasmettono lo stesso contenuto informativo è definito Punto Informativo o PI (la duplicazione o ridondanza è utilizzata per aumentare la disponibilità del Sistema in caso di guasti della singola Boa). La boa, che in quasi la totalità dei casi è una eurobalise a 1023 bit viene "energizzata" dal passaggio dell'antenna del treno e trasmette così l'informazione codificata. Esiste una seconda tipologia di boa, detta fissa, che non dispone di alcun collegamento con encoder e quindi apparati di stazione. Questo tipo comunica al SSB un solo possibile telegramma preconfigurato, generalmente contenente variazioni di velocità, di pendenza e altre caratteristiche della linea, o rallentamento temporaneo.

Il SSB è composto principalmente da un computer che analizza i dati immessi in fase di partenza e quelli ricevuti dalle boe e genera così una curva di frenatura che il macchinista deve rispettare con la sua guida.

Se questo non avviene il sistema avvia la frenatura d'emergenza. Un componente essenziale del SSB è il Sistema Odometrico che, sulla base di informazioni provenienti da appositi sensori, stima la velocità e lo spazio percorso dal treno tra due riferimenti certi (PI - punti informativi). Nel sistema SCMT i sensori misurano gli angoli descritti da due assili tra loro indipendenti. Gli Algoritmi di odometria devono, per quanto possibile, compensare eventuali slittamenti/pattinamenti degli assili sensorizzati dovuti a trazione o frenatura in condizioni di aderenza degradata.

Cenni storici

L'installazione di tale sistema di controllo è iniziata nel 2003 e fino al 29 maggio 2007 sono stati attrezzati all'incirca 9.080 km. Il piano di realizzazione complessivo interessa 10.500 km circa di rete ferroviaria. Le industrie principali che fabbricano e che installano l'SCMT sono l'Ansaldo Signal, Alstom Ferroviaria, Bombardier, GE Transportation Systems, ECM S.p.A., Selta spa in Ati con SITE spa e MER MEC S.p.A.

Funzioni e scopi principali

Il Sistema Controllo Marcia Treni (SCMT) garantisce l'incremento degli standard di sicurezza dell'esercizio. Permette inoltre il possibile affidamento dei mezzi di trazione ad agente unico addetto alla condotta attuando la protezione:

* nei confronti del segnalamento;
* rispetto alla velocità massima ed alla pendenza della linea;
* rispetto ai rallentamenti e alle riduzioni di velocità.

Consente inoltre ulteriori protezioni e funzioni:

* Nel caso di Marcia su binario illegale, (cioè sul binario di destra nel senso di marcia).
* Indebiti movimenti del treno
* Velocità massima ammessa dal modulo di condotta
* Velocità massima ammessa dal materiale rotabile
* Movimenti di manovra
* Riduzioni di velocità

FONTE: http://it.wikipedia.org/

_________________
Gabriele - WEBMASTER TrainSimSicilia
Amministratore ..::TrainSimSicilia.net - Rail Network::..
Email: webmaster@trainsimsicilia.net
..::STAFF TECNICO PROGETTUALE TrainSimSicilia.net::..

Immagine


La policromia sistina allora propagherà la Parola del Signore:
Tu es Petrus - udì Simone, il figlio di Giona.
"A te consegnerò le chiavi del Regno".
La stirpe, a cui è stata affidata la tutela del lascito delle chiavi,
si riunisce qui, lasciandosi circondare dalla policromia sistina,
da questa visione che Michelangelo ci ha lasciato -
Era così nell'agosto e poi nell'ottobre, del memorabile anno dei due conclavi,
e così sarà ancora, quando se ne presenterà l'esigenza dopo la mia morte.
All'uopo, bisogna che a loro parli la visione di Michelangelo.
"Con-clave": una compartecipata premura del lascito delle chiavi, delle chiavi del Regno.
Ecco, si vedono tra il Principio e la Fine,
tra il Giorno della Creazione e il Giorno del Giudizio.
E' dato all'uomo di morire una volta sola e poi il Giudizio!

Giovanni Paolo II


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron